Wednesday, August 6, 2008

Assopigliatutto

Quando ero piccolo c’era un gioco di carte che mi piaceva molto. Si chiamava assopigliatutto. Era un gioco molto semplice. Nel corso del gioco le varie carte si ponevano sul tavolo, ma quando arrivava l’asso, prendeva tutte le carte del tavolo. Assopigliatutto.

Chi l’ avrebbe mai detto che, dopo alcuni decenni, sarei tornato a pensare a questo gioco, ottima metafora per la stampa italiana all’estero?

E si’ perche’ nella stampa ed editoria italiana all’estero c’e’ qualcuno che ha sempre l’asso in mano. E quando usa l’asso prende quasi tutto che c’e’ sul tavolo dei contributi alla stampa italiana all’estero.
Non ci credete? Vedete questi numeri. Se consideriamo i contributi diretti alle imprese di quotidiani editi e diffusi all'estero (A) e i contributi a quotidiani italiani teletrasmessi in Paesi diversi da quelli membri dell'Unione europea (B) vediamo che il loro totale (C) e’ dominato da un gruppo che fa capo al quotidiano La Repubblica in Italia ed ai suoi giornali “affiliati” (con i quali ha accordi di distribuzione all’estero, il Corriere Canadese, America Oggi e il Globo). Qui la difficolta’ e’ dovuta alla mancanza di dati disponibili per cui nella nostra comparazione abbiamo dati differenti: al 2006 (A) e al 2004 (B). Pertanto per fare una comparazione che ha senso assumeremo che i dati di B al 2004 siano stati tenuti costanti nel tempo fino al 2006. Se poi il governo ci fornira’ in futuro i dati veri, cio’ ci risparmiera’ questi esercizi logici necessari a fare calcoli cha abbiamo senso. In fondo i funzionari che pubblicano nei siti del governo sono sicuramente ben pagati e probabilmente non e’ assurdo attendersi da loro un piccolo sforzo e finalmente pubblicare i dati mancanti.

Ma vamos la’ con i numeri, come si dice in portoghese brasiliano.
Il totale dei contributi diretti alle imprese di quotidiani editi e diffusi all'estero (A) nel 2006 e’ 9.3 milioni di euro (di cui 8.1 del magico gruppone legato alla Repubblica con uno score dell’ 87% del totale).
Il totale dei contributi a quotidiani italiani teletrasmessi in Paesi diversi da quelli membri dell'Unione europea (B) nel 2004 e’ 2 milioni di euro di cui 1.3 al gruppo La repubblica (score del 65% del totale).
Ma in realta’ A e B devono essere considerati insieme (C) poiche’ i due businesses sono correlati tra loro, come spiegato nei miei precedenti articoli. Arriviamo quindi al totale 11.3 milioni di euro di cui 9.4 milioni al gruppo “assopigliatutto”. E qui lo score e’ quasi da monopolio: 83% del totale.

Da notare che in questo calcolo abbiamo considerato solo i grossi numeri, i soldi veri, che vanno alla editoria italiana all’estero. Infatti le altre due categorie (Contributi diretti alle pubblicazioni edite in Italia e diffuse prevalentemente all'estero e contributi diretti a giornali italiani pubblicati e diffusi all'estero) sono di entita’ minore (rispettivamente 0.6 milioni e 1.4 nel 2004) ma soprattutto si perdono in una miriade di rivoli di riviste e giornali italiani pubblicati all’estero, a volte di ottima fattura, ma il piu’ delle volte di dubbia qualita’ ed in alcuni casi di veri e propri inganni allo stato italiano.

Quindi e’ il gruppo assopigliatutto che ha in mano le vere redini della stampa italiana all’estero. Ironia della sorte e’ che la grandissima concentrazione di potere editoriale e di contributi pubblici legati al gruppo assopigliatutto e’ sicuramente anomala, soprattutto perche’ non beneficia la stampa italiana in genere ma un gruppo in specifico.
Il fatto che non ci siano legati azionari all’interno di questo gruppo e’ irrilevante poiche’ di fatto il legame e’ tanto nel business (specialmente per i giornali pubblicati all’estero con il “capogruppo”) quanto nei contributi (per tutti i membri del gruppo).

Ma l’ironia vera e’ che questo gruppo ha sempre pesantemente criticato un altro gruppo editoriale, quello legato all’ attuale Presidente del consiglio, per la concentrazione di sistema di radio-tv che detiene.

Quale che sia la concentrazione del gruppo Mediaset, ne’ di lontano si assomiglia a quella del gruppo assopigliatutto nella stampa italiana all’estero.

Della serie: chi e’ senza peccato scagli la prima pietra.

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=22575

No comments: