Saturday, March 1, 2014

Carnevale di salvador del 2006

Articolo sul Carnevale di salvador del 2006 sempre attuale
La festa piu' bella del mondo: il Carnevale di Salvador de Bahia

Vediamo cosa è accaduto quest' anno nel Carnevale di Salvador de Bahia, questa magica città baciata dal mare di Iemanjà, la divinità del culto candomblè regina del mare.

E' successo veramente di tutto, sesso, politica, divertimento, violenza, ma soprattutto libertà e felicità a mille per i folioes (partecipanti del Carnevale).
Il Carnevale di Salvador è durato 7 giorni, da giovedi 23 al 1 di marzo con l' arrastao finale (travolgente chiusura) di Carlinhos Brown che ha chiuso il Carnevale.
Il vostro cronista ha tentato di vedere le cose maggiori, è stato bistrattato dal pubblico indiavolato, non ha dormito come tutti i folioes e tenterà di raccontarvi i fatti salienti.
Prima di tutto il "colpo" del carnevale di Salvador: il ministro della cultura Gil ha convinto il gruppo degli U2 a venire a Salvador. Gli U2 erano in Brasile per una serie di concerti a Sao Paolo e hanno accettato l' invito del ministro per vedere il Carnevale. Bono e gli altri sono stati ospiti d' onore dell' Expresso 2222 il primo giorno del Carnevale giovedi 23.
Inutile dirlo, la presenza di Bono sul balcone del Camarote ha provocato una mezza rivoluzione e ha incendiato ancora di piu' il Carnevale (come se ce ne fosse bisogno a Salvador!). Bono ha improvvisato addirittura un duetto con Ivete Sangalo quando passava il suo trio elettrico, cantando "Chupa toda" (succhia tutto). Bono è rimasto impressionato dal Carnevale di Salvador (e chi non lo sarebbe?).
Ma e i trio elettricos? Quali sono stati i migliori? Quelli piu' disputati? Che tipo di musica?
Beh la cronaca dovrà ridursi solo ai principali e mi scuso nel non menzionare tutti. Prima di tutto il trio di Ivete Sangalo, la regina del carnevale baiano, che è sempre la piu' dinamica. Nonostante che fosse quasi sempre la prima ad aprire la fila dei diversi trios (molto spesso alle 11- 12 di mattina con un sole di 40 gradi), Ivete per piu' di 5 ore ha cantato, danzato senza risparmio le sue canzoni famosi (e lo fa da anni!!). Inutile dire che il pubblico era letteralmente in delirio nel bloco di Ivete. Le canzoni “A galera” e “Abalou” di Ivete sono stati autentici successi.

Poi Chiclete con Banana che è indubbiamente uno dei trios elettrici piu' famosi di Salvador: considero un vero miracolo essere uscito indenne dal loro blocco che si rumoreggia essere formato da piu' di 5- 6 mila persone. Inutile dire che, trattandosi di un bloco famosissimo i folioes erano cosi' eccitati che non sono nemmeno riuscito ad avvicinarmi al trio. La canzone di Chiclete “Eu quero esse amor” è seriamente candidata dopo quella di Vixe Mainha (vedi piu’ in basso) ad essere il successo del Carnevale anche se non esiste una classifica vera e propria.
Una vera rivelazione è stata anche Fat Boy Slim, che nel bloco Skol ha usato musica stile "rave party" all' aperto. Se suscita dubbi l’ inserimento in questo carnevale latino della musica tecno di Fat Boy Slim, è indubbiamente vero che i folioes non hanno badato a spese per comprare tutti gli abadà del bloco Skol e hanno creato una gigantesca discoteca all’ aperto danzante.
Ovviamente non bisogna dimenticare l' Expresso 2222 con il ministro Gilberto Gil, un vero artista che unisce una vera vena musicale artistica ad una popolarità enorme. Con Toni Garrido del gruppo Cidade Negra, senza dubbio accaldatissimo.
Una note particolare merita Carlinhos Brown, che è stato l' unico a dire una verità innegabile. In presenza di continue violenze che danneggiavano i folioes che seguivano il suo bloco (senza corde) Carlinhos ha detto che questa violenza è conseguenza della mancanza di una politica educativa seria, specialmente nello stato di Bahia, dove dopo il Carnevale tutto torna come prima e si dimenticano presto i gravi problemi sociali che alimentano l'ignoranza e la violenza dei poveri. Carlinhos ha anche criticado la mancanza di informazione sugli eventi violenti di Salvador. Infatti la stampa baiana dipinge spesso il Carnevale come un paradiso (e certamente lo è) ma raramente menziona la violenza e i furti che senza dubbio avvengono numerosi durante il carnevale e dopo.
Daniela Mercury è stata, come al solito, molto brava nella sua esibizione sul suo trio elettrico. Che peccato che i responsabili per la stampa di Daniela continuano a accumulare gaffe una dopo l' altra e non rispettano nemmeno la stampa internazionale. Senza dubbio se Daniela non muderà il suo staff la sua carriera internazionale, già seriamente in discussione dopo il recente veto del papa sullo show a Roma, sarà seriamente compromessa e si ridurrà ad una carriera esclusivamente baiana.
Uno dei gruppi nuovi del Carnevale è senza dubbio Vixe Mainha (ex-Afrodisiaco) formato da ex-integranti del famoso gruppo Afro-pop Olodum. Con la loro musica un po’ Afro un po’ axè molto piacevole i Vixe Mainha hanno senza dubbio furoreggiato nel loro bloco a Salvador. La canzone “Cafè com Pao “ è una seria candidata alla canzone piu’ famosa del carnevale.
Anche Margareth Menesez, con il suo stile un po’ axè un po’ Mpb, un po’ afro-reggae (in omaggio al sempre celebre Bob Marley qui a Salvador) ha sfilato con il bloco dei mascherati, l’unico bloco dove non si usavano abadà ma costumi in maschera per partecipare (anche se bisognava usare una collarino al polso per essere identificati dagli uomini della seguranza).
Simpatico Psirico con la sua canzone Refrao e il ritornello “Psirico pede paz”, che se vi entra nella testa è difficile tirarla fuori con il suo ritmo ossessivo.
Malè Debalè, il gruppo afro famoso con Olodum, ha sfilato con costumi stile africano mentre le musiche, sempre un po' "politicizzate" ricordano le difficoltà del popolo nero di Salvador e del problema del razzismo che opprime i neri anche qui. Che dire infatti delle centinaia di famiglie con bambini piccolissimi (anche di alcuni mesi di vita) che dormivano in mezzo alle strade mentre la folia impazzava?
Che dire infine della musica del carnevale baiano?

Si è trattato di un misto di axè, reggae, mpb, internazionale, afro, etc. Gli stili di musica sono tanti e tali che mi scuso in anticipo di non aver menzionato tutti.
E il circuito migliore: non c'è n' è uno. Ma sicuramente vedere il carnevale da un camarote di Barra (se non Expresso 2222 c'è anche l' ottimo Camarote Oceania pieno di gente giovane e bella) è piu' comodo e rilassante che danzare come pipoca nel Campo Grande, dove la moltitudine è tale che si rischia grosso.
Ma infine cos'è il Carnevale di Salvador e che rimane di tutto ciò'?

Il Carnevale di Salvador è un bellissimo sogno e una grande illusione.
Non esiste evento al mondo che possa dare la sensazione di libertà e di evasione da questo mondo e dai nostri problemi quotidiani come il Carneval di Salvador.
Sembra veramente di sognare ad occhi aperti, che il mondo si ferma, che i problemi spariscono e c'è solo divertimento.
Una grande illusione perchè è solo un sogno: la notte del 1 di marzo i visi nelle strade di Salvador sono bui, la realtà è tornata crudelmente, si torna ai problemi di sempre, l' illusione è finita.
Ma, segretamente, nel cuore di ciascuno che ha partecipato al Carnevale di Salvador, c'è un nuovo sogno che sta nascendo. Tra un' anno il Carnevale torna e si ritorna a vivere quell' attimo di felicità.
E' una grande illusione, perchè non si puo' vivere aspettando il Carnevale: ma è una illusione che quasi tutti (gente di Salvador e di fuori), nella nostra società piena di stress quotidiani, hanno.

Buon Carnevale da Salvador de Bahia
10 marzo 2006
Carnevale 2006
Ti e' piaciuta la storia? Che ne pensi?
Scrivimi a freethinking2004@yahoo.com e dimmi la tua opinione
Grazie!!!